Cifratura R.S.A.


Marco ne parla nel romanzo Argento vivo.

Lo scopo della cifratura è quello di permettere a due persone di scambiarsi un messaggio senza che le stesse si siano messe preventivamente d'accordo sulla chiave da usare. 

L'aspetto mirabolante di questa cifratura è che è stata resa possibile da un algoritmo matematico (che si chiama, per l'appunto, RSA, dal nome di coloro che l'hanno pubblicato: Ronald Rivest, Adi Shamir e Leonard Adleman) giudicato inutile dai suoi stessi sviluppatori. Adleman ha recentemente dichiarato che nello spedire l'articolo pensò che fosse "il lavoro più inutile che avesse mai pubblicato". 

(In questo sito è possibile trovare una spiegazione esauriente e interattiva sulla procedura nei suoi dettagli.) 

Purtroppo, le cose andarono diversamente. Oggi RSA è alla base della sicurezza praticamente in tutte le operazioni che coinvolgono internet: banking online, pagamento con carte di credito in rete, ecc. 

Per chiunque fosse interessato alla materia "crittografia" e non avesse la possibilità di arruolarsi nell'MI5, un bellissimo libro è Codici e segreti di Simon Singh.

Fields.lat:        Fields.lng:
 
video
Limite massimo raggiunto
  • fields.file_video:
    riservato: Si No
    creato il:

  • Elementi selezionati

    Libri e racconti

    Altri contenuti

    La lettura che consiglio oggi

    tutto, in particolare "A ciascuno il suo"
    L. Sciascia

    ...e vi consiglio anche